Tecnica Yogica

03Marzo

ANJA

ANJA
Caro amico Yogi, stiamo arrivando sempre piu' in alto, ora è venuto il momento di Anja!
Anja significa percepire, chiamato anche terzo occhio perchè si trova proprio nel punto fra le sopracciglia,
terzo occhio anche perchè è l'occhio che vede oltre la dualità, oltre l'illusione dei 5 sensi.
31Marzo

SAHASRARA

SAHASRARA
Sahasrara significa mille, mille petali del fiore di loto che lo rappresenta.
Con questo ultimo chakra, ora siamo veramente alla trascendenza di ogni aspetto duale e fisico,
anche per questo, forse, Sahasrara sarà il chakra piu difficle da comprendere per la mente razionale.
02Febbraio

A FIDARSI

A FIDARSI

Questo mese di pratica e questo articolo, sono in parte ispirati al super intensivo fatto ieri sul Bhakti, forse qui sarò un pò di parte perchè sicuramente il mio approccio allo yoga parte da uno spirito di pura devozione. Un’attitudine che purtroppo, in occidente si è molto persa e spesso quello che conduciamo allo yoga come pensiero, è semplicemente un esercizio fisico, acrobazie, ma ci dimentichiamo del suo centro, il cuore! Yoga vuol dire unire, fondere, far esplodere il nostro piccolo ego, la nostra limitata mente a qualche cosa di più grande, di infinito, di potente.

15Marzo

ANJA 2.0

ANJA 2.0
Eccoci alla seconda parte del nostro viaggio in Anja.
Caro Yogi io spero vivamante che tu sia riuscito a percepire,
anche solo un pochino, che porta del paradiso è questo chakra!
18Gennaio

SEMPRE IN ALTO

SEMPRE IN ALTO

In questo mese di gennaio, ci siamo focalizzati sulla nostra luce interiore. Si perché in un percorso di amor proprio non possiamo tralasciare il fatto che siamo figli di una coscienza universale perfetta, e anche se nella nostra vita abbiamo commesso errori, siamo stati i peggiori farabutti, avremo sempre e per sempre la possibilità di riscatto, la capacità di miglioramento, di crescita, espansione infinita e amore cosmico per la coscienza stessa di cui siamo fatti.

14Febbraio

IL PIACERE è DOVERE

IL PIACERE è DOVERE

Continuiamo questo viaggio meraviglioso verso l’amor proprio, che come abbiamo visto, non deve essere un amore egoistico, ma piuttosto un amore espanso, universale, cosmico. 
Più ci sentiamo connessi con la fonte di questa sorgente infinita, più comprendiamo che l’amore è la nostra sostanza, la nostra vera natura. 

<<  1 2 [34  >>