19Novembre

NON MI AVRETE MAI COME VOLETE VOI

NON MI AVRETE MAI COME VOLETE VOI

Ieri mi sono fatta il pircing al naso, non si vede in questa foto, ma c’è… Perché l’ho fatto? Non che ne avessi voglia o particolare desiderio ora, ma qualche settimana fa, mi sono ricordata di come questo fosse un accessorio che volevo portate quando avevo sedici anni, in verità feci il buco a quel tempo, infatti ieri la ragazza, non ha dovuto forarmi, perché era ancora aperto… meglio per me! All'ora pero’, i miei genitori non volevano, quindi, avevo un piccolo orecchino a forma di ferro di cavallo, che tenevo sempre al insu, per non farlo vedere. Ho voluto viziare quella ragazzina, che non ha potuto togliersi quello sfizio, giusto per dirmi “Adesso puoi farlo”, anzi per ricordami “Adesso puoi essere cio che vuoi”, perché diciamoci la verità, molti invecchiano senza diventare adulti, e fanno ancora cio che è giusto o sbagliato fare secondo le stesse dinamiche che avevano quando erano adolescenti

Sono giorni molto particolari per me, una grande trasformazione è in atto, sto progettando cose che anche solo qualche mese fa avrei detto “Io? Noooo…” Ma il detto “mai dire mai” è sempre attuale e veritiero. In questi giorni stanno anche succedendo fatti personali, sia a me, che a persone molto care, davvero incredibili, dinamiche veramente simili, e parlando questa mattina con una mia cara amica, mi sono accorta di come queste situazioni, niente altro rispecchino, dinamiche sociali che si presentano in scala piu macro, all’interno della società, a livello nazionale e anche internazionale. Risuoniamo con tutto, e non possiamo pensare che cio che accade fuori non ci influenzi, e cio che ci accade dentro, non abbia un impatto sull’esterno.

Pubblicamente non dico cio che penso su certe questioni politico e sociali, perché pensiamo di essere liberi mediaticamente, solo perché accediamo a piede libero su quattro social, ma in verità, non lo siamo affatto. Perché no? Prova a mettere un post contro corrente e guarda cosa accade alla tua bacheca, prova a dire in faccia ad una persona che cosa pensi e osserva le conseguenze… E pensare che risulto già antipatica a molto cosi… immaginiamo se veramente non avessi piu’ filtri... Forse un giorno lo faro’, ma quando nessuno potrà piu mettermi al rogo... Un rogo mediatico e non solo.

Pensando a tutto cio’, oggi mi sono sentita benedetta, l’esperienza di libertà è qualche cosa che provo quando sono interamente distaccata da tutto, attraverso la mia pratica meditativa, perché esiste solo una libertà: ed è quella interiore, ma per questo bisogna avere gli strumenti giusti, perché anche qui si apre un mondo caotico, dove tutti, sembrano avere la verità in mano, a me questo piace chiamarlo: “Spiritualismo 2.0” (ossia the new new age…)

Tanto che siamo in un corpo, tanto che siamo attaccati ad una mente e a delle emozioni, non potremmo mai veramente essere liberi, ma possiamo esserlo dentro, anzi con sicurezza dico: solo dentro e questa ovviamente è la mia umile verità, solo la mia… Il mondo è un caos in tutto, e se non si vuole essere inghiottiti da tutto cio, bisogna veramente stare molto attenti a quello che si guarda, a quello che si ascolta, a cio che si legge e a chi si frequenta. Non voglio incutere timore, lunge da me questo genere di energia, ma voglio infondere risveglio.

L’umano confonde la libertà con il poter fare cio che vuole, quando vuole, senza considerare che ci sono delle leggi, e non le leggi degli uomini, ma universali, che scusate se è poco, mandano avanti la galassia, da qualche milione di anni. Ma noi siamo cosi arroganti, da credere che possiamo modificare tutto a nostro piacere, tutto a nostra immagine e somiglianza, senza ricordarci che noi siamo stati creati ad immagine e somiglianza di qualcosa che di per se è gia perfetto cosi com’è, senza bisogno del nostro intervento, ma se mai il contrario. Pensiamo di dover creare, inventare cio che ancora non c’è… ma togliamoci ogni sorta di presunzione: esiste gia tutto, ed è perfetto cosi com’è.

Detto cio, con il mio pircing, mi sono ricordata di quando ero ragazzina, di come già ero scomoda, anzi lo ero già da bambina, e sapete perché? Perché ho sempre detto tutto cio’ che pensavo e lo sempre fatto apertamente, e se per caso qualche volta non l’ho fatto a parole, i miei occhi non potevano mentire e non potranno mai farlo.

Per un certo periodo di tempo ho pensato che dovevo modificarmi, che dovevo scendere a compromessi, che dovevo essere piu diplomatica, ma poi ho capito che se sono stata creata cosi un motivo ci sarà. Se ho un energia piu marziana e meno vesuviana è perchè è giusto che io sia cosi, e se a qualcuno non piace, perché secondo i canoni di chissà chi, una donna non deve essere cosi, non è veramente un problema mio, ma di chi se mai ha deciso cosa e chi deve essere, come e quando.

Sono scomoda, si scomodissima, e non solo alle persone, ma soprattutto al sistema, perché non sono controllabile, non sono prevedibile, non sono manipolabile da niente e da nessuno, e se a qualcuno risulto insopportabile, felice di esserlo, perché tanto sappiate che: NON MI AVRETE MAI COME VOLETE VOI, ma solo come chi mi ha creato... E non mi riferisco a mamma e papà.

Bisogna guarirsi l’anima, come dice un mio caro, ed essere liberi, aggiungo io… Ma liberi per davvero!

Villadossola, 19 Novembre 2019